martedì 23 agosto 2016

ZUCCHINE TRIFOLATE SOTT'OLIO

ZUCCHINE TRIFOLATE SOTT'OLIO


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi voglio mostrarvi il primo modo che ho provato per conservare le zucchine. Queste zucchine trifolate sono facili e veloci da preparare e saranno perfette per godere di questi prodotti estivi anche durante il lungo inverno.
E' ancora stagione di zucchine, cosa aspettate di armarvi di verdure e vasetti?!

per 2 vasetti
700gr zucchine
sale grosso
500ml acqua
300ml aceto 
aglio
peperoncino
prezzemolo
olio di semi (io arachide)

Lavate e mondate le zucchine, tagliatele a bastoncini e mettetele in uno scolapasta con del sale grosso e un peso sopra per almeno un'oretta. Sciacquatele per eliminare il sale e scolatele per bene. In una pentola fate bollire l'acqua con l'aceto, immergete le zucchine a bastoncini e lasciatele cuocere fino a che non riprende a bollire. Scolatele su un panno pulito e lasciatele raffreddare. Nel frattempo tritate l'aglio, il peperoncino e il prezzemolo. Iniziate a comporre i vasetti alternando strati di zucchine e aromi fino a riempirli. Pressate tutto con un fermino apposito di plastica e colmate il vasetto con l'olio di semi. Battete i vasetti per far emergere le eventuali bolle d'aria e se necessario aiutatevi con uno spiedino. Assicuratevi che le zucchine siano completamente coperte di olio. Chiudete i barattoli e procedete alla sterilizzazione. Ponete i vasetti in una pentola e avvolgeteli con dei canovacci puliti in modo che non sbattano tra loro o contro le pareti della pentola. Riempite di acqua e portate a bollore. Lasciate bollire per 30 minuti circa. Aspettate che si raffreddino dentro la pentola, poi asciugateli e riponeteli in dispensa.


lunedì 22 agosto 2016

SFOGLIATINE CON MARMELLATA DI MIRTILLI E MELE

SFOGLIATINE CON MARMELLATA DI MIRTILLI E MELE


Buon lunedì! Nell'aria si sente profumo di rientro, di un nuovo inizio e di attività in fermento. La città comincia a ripopolarsi e ritmi lenti e rilassati delle vacanze lasciano pian piano il posto a quelli veloci dell'autunno. Per rendere meno pesante questo lunedì di inizio della routine voglio offrirvi delle sfogliatine alle mele con marmellata di mirtilli. Sono velocissime da preparare e saranno una gradita sorpresa per la colazione o la merenda.

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 mela
marmellata di mirtilli
zucchero di canna 

Srotolate la pasta sfoglia, tagliatela a meta per la lunghezza e ricavate tanti rettangoli. Spalmate su ognuno un cucchiaino di marmellata di mirtilli avendo cura di lasciare i bordi vuoti e puliti. Sbucciate la mela e tagliatela a fettine sottili. Disponete due fettine di mela su ogni rettangolo. Spolverate con dello zucchero di canna e infornate a 180° per 25 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.
Sono perfette la mattina con il caffè, ma anche al pomeriggio con un the o un bel bicchiere di spremuta fresca. 

mercoledì 17 agosto 2016

SAVOIARDI

SAVOIARDI


Allora come avete trascorso il ferragosto? Siete ancora tutti in vacanza? 
Beh le nostre vacanze ormai sono troppo lontane e lo scorso fine settimana lo abbiamo passato nella casa in montagna tra cucina e soggiorno per finire di dipingere le statue che metteremo nella via dei presepi del paese a metà novembre. Tra una spatola e un pennello abbiamo trovato il tempi anche per dedicarci un po' al grande orto, quello un po' più lontano dalla casa e immerso tra campi e bosco.
Vista la povertà di acqua di questi mesi purtroppo il raccolto non è stato proprio rigoglioso ma tra una piantina e l'altra abbiamo messo insieme un cestino di pomodorini, un paio di zucchine e una melanzana. Come dolce per il pranzo del 15 ho preparato il tiramisù, quello senza uova a crudo che trovate qui sul blog. Avendo però un paio di uova freschissime che ci ha regalato la vicina e che aveva raccolto dal pollaio la mattina stessa ho optato per fare i savoiardi in casa. Ovviamente nella mia cucina da battaglia non ho attrezzi vari e professionali quindi ho optato per un procedimento veloce e ingredienti assolutamente freschissimi e facilmente reperibili. Le uniche due cose che vi serviranno sono uno sbattitore e una sac a poche, ma quella usa e getta va benissimo!
Non aspettatevi i savoiardi duri del supermercato, questi sono morbidi, un po' come quelli di pasticceria!

2 uova
60gr zucchero semolato
60gr farina 00
zucchero per spolverare

Iniziate separando tuorli e albumi. Montate con uno sbattitore gli albumi, una volta abbastanza sodi iniziate ad aggiungere lo zucchero continuando a montare. Alla fine di questa fase dovrete ottenere una meringa ben soda. Unite agli albumi montati i tuorli e mescolate delicatamente con una spatola dal basso verso l'alto. Unite ora anche la farina setacciata e incorporatela come in precedenza fino ad ottenere un composto omogeneo. Trasferite il tutto nella sac a poche e formate i vostri savoiardi facendo delle striscioline di composto su una teglia rivestita di carta forno. Cercate di formare i biscotti distanziandoli per bene tra loro. Spolverizzateli con lo zucchero e infornate in forno già caldo a 200° per 6-8 minuti (io nel forno a gas li ho tenuti 10, ma il forno elettrico è più potente!).
Sfornate e lasciateli raffreddare prima di utilizzarli per le vostre preparazioni.


venerdì 12 agosto 2016

GAMBERI ALL'AGLIO E PEPERONCINO

GAMBERI ALL'AGLIO E PEPERONCINO


Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Oggi voglio suggerirvi un modo semplice e veloce per preparare degli sfiziosi gamberi. Per questa ricetta mi sono ispirata alla mia vacanza di qualche anno fa a Barcellona. Come ben saprete la spagna oltre che la patria della paella ha una tradizione di piccoli bar in cui vengono servite le tapas. Queste tapas sono dei piccoli assaggi di piatti tipici tra cui compaiono spesso il gazpacho, le patatas bravas e i gamberoni all'aglio e peperoncino. 
Io ho voluto rendere questa tapa un piatto completo unendo anche qualche pomodorino fresco del nostro orto.

150gr gamberi sgusciati
10 pomodorini
1 peperoncino
1 spicchio di aglio
sale
olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco

In una padella antiaderente scaldate un filo d'olio e mettete a rosolare l'aglio in camicia e il peperoncino tritato. Aggiungete poi i gamberi e sfumate con il vino bianco. Unite anche i pomodorini lavati e tagliati a metà. Cuocete per 4-5 minuti. Eliminate lo spicchio di aglio e aggiustate di sale prima di servire. 
A mio avviso un ottimo accompagnamento è una tortillas tiepida.

Con questa ricetta partecipo al  contest itinerante "Di cucina in cucina" ideato da Barbara del blog ungiornosenzafretta e ospitato da Consuelo del blog i biscotti della zia che per questi due mesi ha come tema "un souvenir nel piatto"



RISTORANTINO LAGO PRANDA

RISTORANTINO LAGO PRANDA


Ormai le nostre vacanze sono finite, ma ogni scusa è buona per una piccola escursione in giornata nei dintorni di Reggio Emilia. In questo periodo di grande caldo la meta prediletta è la montagna. Per questa volta abbiamo optato per un posticino che non visitavamo da una decina di anni ormai. La nostra meta della settimana è il Lago Pranda. Un'oasi di pace e serenità nei pressi di Cerreto Laghi. 
Attraverso una stradina sterrata si arriva comodamente in macchina fino alla baita dove sarete circondati dalla tranquillità del lago, da un bosco pianeggiante e un freschetto davvero riposante. 


E' una zona ideale per chi ama cercare funghi, ma offre tante alternative per passare una bella giornata immersi nella natura. Sparsi per il bosco nei dintorni della baita potrete trovare dei barbecue in pietra con tavolo in legno accanto ad accesso libero in cui potrete preparare la vostra grigliata. Nei pressi del lago c'è un prato ottimo per prendere il sole, inoltre è possibile effettuare il giro del lago a piedi in una quarantina di minuti. L'intero percorso è disseminato di panchine su cui godere del fresco e del panorama del lago. All'interno della baita è possibile anche trovare varie brochure dei percorsi di trekking che partono dal lago, sono di varie difficoltà e tempi di percorrenza. 




Dopo una intensa mattinata di esplorazione però anche il pancino richiede la sua ricompensa e quindi abbiamo deciso di approfittare del ristorante della baita. Il punto forte di questo ristorantino è la cacciagione e la carne in generale. Il cinghiale e il capriolo con polenta sono davvero deliziosi, ma anche la grigliata è ottima. E' possibile anche ordinare pizze e focacce di vario genere. Uno dei punti che assolutamente ho preferito, da gran golosa, sono i dolci. Belli e buoni, realizzati con prodotti freschi direttamente in loco.
Il mio consiglio è di farci un giretto, godervi un bel pranzo in baita e fare due chiacchiere con i titolari, davvero simpatici e disponibili, che portano avanti questo progetto da diversi anni cercando di migliorare sempre più di volta in volta.



giovedì 11 agosto 2016

FOCACCIA LOCATELLI

FOCACCIA LOCATELLI


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi iniziamo un po' a pensare al weekend che ci aspetta, al pic nic di ferragosto e ad un'estate che sta per finire. Questa focaccia è davvero facile e veloce da preparare, si mescola con un cucchiaio e richiede una serie di brevi lievitazioni al posto di una unica più lunga. Mi raccomando non utilizzate planetarie e non impastate a mano, serve un cucchiaio e una lavorazione veloce per la buona riuscita di questa focaccia.

250gr farina 0
250gr farina 00
300ml acqua
15gr lievito di birra
2 cucchiai di olio evo
5gr sale

per la salamoia
65ml acqua
65ml olio evo
15gr sale

In una ciotola mescolate le due farine con il sale. Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida con l'olio e unitelo alle farine. Mescolate con un cucchiaio fino a renderlo omogeneo. Ungete la pasta con un filo d'olio e lasciate riposare 10 minuti coperto. Ungete una teglia e versate all'interno l'impasto. Lasciate lievitare così 10 minuti. Stendete ora delicatamente, con le mani, la pasta nella teglia partendo dal centro e lasciate riposare 20 minuti. Dopo il riposo fate una leggera pressione con le dita sulla superficie per creare i classici buchetti della focaccia. Preparate la salamoia mescolando l'olio con l'acqua e il sale. Versatela sopra la focaccia e lasciate riposare altri 20 minuti. Infornate in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti in modalità statica. Sfornate e servite tiepida. 
Nel caso in cui avanzi fa la sua buona figura anche il giorno dopo!

mercoledì 10 agosto 2016

CROSTATA CON CREMA DIPLOMATICA E FRUTTI DI BOSCO

CROSTATA CON CREMA DIPLOMATICA 
E FRUTTI DI BOSCO


Buongiorno e ben tornati nella mia cucina! Oggi piove ma si è rivelata comunque una buona giornata.
Qualche giorno fa siamo andati a fare una gita vicino alla casa in montagna e abbiamo trovato davvero molti mirtilli e fragoline. Tornati a casa con il nostro ricco bottino abbiamo preparato una crostata davvero deliziosa. Un guscio spesso di frolla croccante, una crema soffice e pannosa e una copertura di deliziosi frutti di bosco freschi. Gustata fresca di frigo è davvero una delizia sia come colazione accompagnata da un bel caffè, sia come dolce di fine pasto. 

per la frolla
250gr farina tipo 1 (o farina 00)
100gr zucchero
100gr burro
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
scorza grattugiata di un limone

per la crema diplomatica
1 dose di crema pasticcera
100ml panna montata

per completare
lamponi e fragoline
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di succo di limone

In una terrina mescolate la farina con lo zucchero, la scorza di limone e il lievito. Unite poi le uova e il burro a pezzetti. Mescolate il tutto velocemente con la punta delle dita fino ad ottenere un panetto. Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo per 30 minuti circa. Nel frattempo preparate la crema pasticcera come indicato qui e lasciatela raffreddare completamente con la pellicola a contatto. Stendete la frolla e foderate uno stampo da 20cm. Coprite con carta forno, disponete sopra dei pesi (fagioli secchi o le apposite sferette di ceramica) e cuocete in bianco per 25 minuti a 180° gradi. Eliminate poi carta e pesetti e fate dorare anche la base. (controllate il vostro forno perchè io l'ho preparata nel forno a gas e cuoce diversamente dal forno di casa.) Lasciate raffreddare la base e nel frattempo montate la panna. Aggiungete un cucchiaio di panna alla crema pasticcera e iniziate a mescolarla per ammorbidirla. Unite poi la restante panna e mescolate dal basso verso l'alto per non smontarla. Riempite il guscio di frolla con la crema diplomatica. In un pentolino mettete i frutti di bosco con lo zucchero e il limone. Cuocete a fiamma bassa per pochi minuti. Spegnete e lasciate raffreddare prima di versarli sopra la crema. Mettete in frigo qualche ora prima di servirla.



AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...